Storia dell’Armenia

0 0 0 0 0

INTRODUZIONE  DELLA  STORIA  DELL’ARMENIA

L’Armenia и uno dei paesi piщ antichi del mondo con una storia documentata di circa 3500 anni. Il primo stato significativo dell’Altopiano Armeno fu il Regno altamente avanzato di Ararat             
conosciuto con il suo nome assiro Urartu. Nel 782 a. C il Re di Urartu Argishti I fondo’ la cittа fortificata di Erebuni, che и Yerevan d’oggi, la capitale dell’Armenia. Questo stato fu fondato nel IX secolo a. C ed esisteva fino al VII secolo a. C. quando cadde dalle invasioni degli Sciti, ma dopo diversi decenni и stato rilanciato sotto la dinastia armena Yervanduni (gli Orontidi) con la capitale ad Armavir. Questo periodo и conosciuto nella storia comeil primo Regno in Armenia.
Sotto la dinastia Yervanduni Armenia divenne ben presto una satrapia della possente Achemenide Persia e poi parte dell’Impero Seleucide. Si riprese la sua piena indipendenza nel 189 a. C. sotto il re Artashes I, fondatore della dinastia Artashesian (gli Artassidi). Il regno inizio` ad espandersi e raggiunse il suo apice durante il regno di Tigran II, chiamato anche Tigran il Grande (95-55 a. C.). Sotto il regno di Tigran, Armenia era al culmine del potere ed и diventato il piщ forte stato dell’Asia Minore. L’impero di Tigran II si estendeva dal Mar Caspio in Oriente al Mar Mediterraneo ad ovest e dalla Mesopotamia nel Sud del fiume Kura al Nord.

L’adozione del Cristianesimo и stato un punto di riferimento per una ripresa spirituale e culturale nella vita della nazione. Il re armeno Thiridates (Tiridate) III nel 301 d. C. dichiarт il cristianesimo come religione di Stato rendendo cosм l’Armenia il primo stato Cristiano nel mondo con Gregorio l’Illuminatore come il primo capo (Catholicos) della Chiesa Apostolica Armena.

Il cristianesimo и stato legalizzato nell’Impero Romano dopo 12 anni. Scrittura armena inventata nel 405 da Mesrop Mashtots, un illuminatore eccezionale, ha dimostrato la cruciale importanza per la preservazione dell’identitа culturale dell’Armenia in condizioni di sua dipendenza politica. E` messo inizio ad un potente processo di sviluppo nella letteratura armena, nella storiografia, filosofia ed arte.

Conversione al Cristianesimo ha inevitabilmente portato una veglia delle complicazioni nella natura politica. Entro la fine del IV secolo le ripetute incursioni da parte di due vicini ostili di Armenia – Persia sotto dinastia Sassanide e Impero Bizantino ha portato alla spaccatura del paese e la caduta degli Arshakuni (Arsacidi) ilsecondo Regno armeno. Questa и stata seguita dall’invasione araba nel VII secolo e due secoli di stagnazione nella vita economica e culturale del paese.
Nel corso dei secoli segnati da eventi catastrofici l’Armenia si и trovata costantemente in conflitto armato con Media, Patria , Roma, Macedonia, l’Impero Bizantino e dopo l’avvento dell’Islam nel VII secolo con gli arabi, Selgiuchidi, turchi Osmani e mamelucchi d’Egitto. Questi conflitti frequenti notevolmente diminuivano la forza militare e il potere politico degli armeni perт senza indebolire la loro statura morale e la resistenza. Verso la fine del XI secolo l’Armenia governata dalla dinastia Bagratidi (Terzo Regno armeno)  era all’apice del suo sviluppo politico, sociale e culturale con capitale Ani; essa fu caduta dall’Impero Bizantino e Selgiuchidi.
L’invasione al di la del Mar Caspio dei nomadi predoni dell’Asia Centrale con la sua ferocia frequente  ha costretto ad un gran numero degli armeni a spostarsi verso sud verso il Toro gamme vicino al Mar Mediterraneo, dove nel 1080 sotto il comando di un giovane principe Ruben della dinastia Bagratidi, hanno fondato il Regno di Cilicia o Piccola Armenia (il Quarto Regno armeno). Gli armeni della Cilicia avevano stabilito rapporti buoni con i paesi europei e hanno avuto un ruolo importante durante le Crociate, fornendo gli eserciti cristiani un paradiso sicuro e fornitura in cammino verso Gerusalemme . Il destino aveva ancora un’altra battuta d’arresto fatale per il popolo armeno. Nel corso del terzo trimestre del XIV secolo il regno di Cilicia si и trovata esposta alla furia di Egitto, un paese che si era convertito alla fede del Profeta Maometto.

Senza l`aiuto imminente dai cristiani d’Occidente,  l’Armenia si arrese ai Mamelucchi ma senza speranza di resistenza e l’anno di grazia 1375 vede l’ultimo dei re dell’Armenia Levon VI . Il monarca cavalleresco che aveva preso la strada per le corti europee di chiedere assistenza per l’Armenia morм a Calais, in Francia nel 1393 e le sue reliquie furono sepolte a S. Denis vicino a Parigi in mezzo ai re di Francia.

Dopo la caduta della Cilicia, il territorio storico dell’Armenia oppure grande Armenia и stata oggetto della guerra tra i vari signori musulmani ed alla fine и stato diviso tra l’Impero Ottomano (Armenia occidentale) e la Persia (Armenia orientale). Diversi principati armeni riuscirono a conservare la loro indipendenza. Il piщ significativo tra quelli fu la Federazione di Khamsa in Artsakh (Nagorno – Karabakh d’oggi). De facto principati armeni indipendenti esistevano anche nelle regioni di Sasun e Zeytun in Armenia Occidentale.
Dal XVII secolo attraverso la Prima Guerra Mondiale importanti parti dell’Armenia sono stati controllati da loro invasore piщ barbaro- turchi ottomani, sotto i quali hanno sperimentato la discriminazione, persecuzione religiosa, una pesante tassazione e attacchi armati attraverso il totale annientamento degli armeni nella loro patria storica del 3500 anni. Piщ di 300.000 armeni sono stati uccisi tra il 1894 e il 1896 e piщ di 1,5 milioni sono stati massacrati nel 1915, che oggi и riconosciuto come il primo genocidio del XX secolo.
Dopo la sconfitta della Turchia durante la Prima Guerra Mondiale, nel 1918 e’ stata proclamata la Repubblica indipendente dell’Armenia, che durт solo due anni fino a quando fu superata dai sovietici e divenne una  Repubblica dell’URSS . Mikhail Gorbaciov divenne il leader dell’Unione Sovietica nel 1985. I 71 anni di dominio sovietico in Armenia furono un periodo di relativa sicurezza,  di grande sviluppo economico e di conquiste culturali ed educative. Armenia era una delle 15 repubbliche sovietiche dell’URSS.

 Il Parlamento della Repubblica ha dichiarato che le leggi dell’Armenia hanno la precedenza su quelli dell’Unione Sovietica. Nel mese di settembre del 1991  il popolo armeno ha votato a favore dell’indipendenza dall’Unione Sovietica in un referendum. Nel mese di ottobre si e’ eletto primo presidente dal popolo. Nel mese di dicembre l’Unione Sovietica crollo’ dopo che  l’Armenia e le altre repubbliche furono ritirate da esso. Armenia divenne un membro delle Nazioni Unite il 2 marzo 1992 e membro del Consiglio d’Europa il 25 Gennaio 2001.

Infatti и troppo difficile introdurre tutta la storia dell’Armenia in breve. Questa informazione cerca di delineare il piщ importante nella nostra prospettiva, aspetti del paese.
Decine di migliaia di turisti curiosi vengono in Armenia da diversi paesi e stati. Sono attratti dalle reliquie dell’antichitа o dalla bellezza naturale di questa terra? E ‘ l’anticipazione di comunione con la civiltа piщ antica del mondo o il desiderio di scoprire di piщ sulla vita di oggi dell’Armenia?

Probabilmente troverete la risposta nelle seguenti parole espresse da Rockwell Kent  l’eminente artista americano:: “Se mi viene chiesto in quale posto del mondo si puo’ trovare il maggior numero di miracoli, vorrei nominare Armenia prima di tutto “.

Diamo il benvenuto a tutti i visitatori della Repubblica d’Armenia e auguriamo loro un buon viaggio con le parole di uno scrittore famoso in tutto il mondo: “Almeno una volta nella vita si dovrebbe andare in Armenia. Qui miracoli e scoperte aspettano tutti di lasciare un forte impatto su di loro. E chi vuole avere giornate indimenticabili proprio come nel passato, si deve camminare attraverso la terra d’Armenia … e lui non si pentira` mai. “

facebooktwittergoogle_plus