Tempio pagano di Garni

TEMPIO PAGANO DI GARNI


A 30 km est dalla città di Jerevan, nel villaggio di Garni nella regione di Kotaiq si trova il tempio pagano di Garni. La regione di Kotaiq è ricca di monumenti storici di diverse epoche.

Il tempio di Mithra, Dio del Sole, è un monumento ellenistico. Si è conservato anche dopo l’adozione del Cristianesimo in Armenia. La ragione è che il tempio si trovava sul territorio della residenza estiva dei re armeni. Il tempio fu costruito nel 77 dal re Tiridate I. Nel 1679 fu demolito dal grande terremoto e nel 1970 fu ricostruito. Il tempio pagano di Garni è l’esempio migliore dell’arte della costruzione antica. Sui lati delle facciate ci sono sei e  otto colonne di stile ionico, i cui capitelli nonchè i soffitti del colonnato, gli ornamenti  centrali e laterali sono elaborati di perfezione e stile artistico unici.

Il tempio del Dio del Sole di Garni si trova sul territorio della fortezza di Garni, che per la sua posizione, nonchè per le  mura di basalto, era imprendibile. Sul territorio della fortezza si trovavano anche il palazzo e l’edificio militare dei re armeni oggi non più visibili.

Sono molto interessanti le terme del  palazzo costruite nel III secolo. Erano riscaldate con aria calda. Il pavimento dell’anticamera-vestibolo è coperto di un mosaico il cui tema è preso dalla mitologìa greca: l’origine della vita delle divinità marittime. Sul mosaico c’è un’iscrizione greca: «Abbiamo lavorato senza ricevere niente».

 

facebooktwittergoogle_plus